• Per venire incontro agli studenti cercheremo di alzare il tetto ISEE fino a 21.000 euro

    Attivare percorsi di partecipazione degli studenti nella definizione di servizi e criteri di accesso ai servizi; porre un tampone all’emergenza innescata dalla riforma dell’ISEE; estendere il concetto di diritto allo studio anche a coloro che sono al di fuori della soglia ISEE. Sostanzialmente sono queste le richieste che i rappresentanti dei senati accademici e dei consigli di amministrazione degli atenei piemontesi hanno avanzato durante la riunione che si è tenuta questa mattina presso l’assessorato al Diritto allo Studio.

    Lo scopo di riunioni come quella di questa mattina è quello di comprendere insieme agli studenti quali sono le priorità da affrontare e, in modo partecipato, trovare delle soluzioni discusse insieme. È per questo che abbiamo voluto la nascita di un organo a nostro avviso importante come l’assemblea regionale degli studenti e vogliamo valorizzare il ruolo del CORECO. Sul versante delle mense e delle residenze universitarie abbiamo avviato un approfondimento insieme alle Università in merito allo stato delle cose, cercando di comprendere anche la situazione attuale nel Piemonte Orientale. Inoltre stiamo cercando di creare, a favore degli studenti, dinamiche di trasversalità tra assessorati regionali, ad esempio all’ultima riunione del CORECO era anche presente l’assessore ai Trasporti con il quale abbiamo avviato un lavoro di analisi dei flussi di provenienza degli studenti per rendere loro più agevoli gli spostamenti.

    Gli studenti hanno posto particolare attenzione sulla riforma dell’ISEE e sulle ripercussioni che avrà sull’assegnazione delle borse di studio. Nel bando EDISU 2014/15 l’ISEE del nucleo familiare non poteva superare il limite di € 19.596,00. Per venire incontro alle preoccupazioni degli studenti sugli effetti negativi del nuovo metodo di calcolo dell’ISEE, in vista dell’individuazione dei criteri che saranno contenuti nel bando 2015/16 per l’assegnazione delle borse di studio, abbiamo intenzione di alzare il tetto ISEE fino al massimo consentito dal decreto ministeriale che nel 2014 era di 20.956,46 euro.

    EDISU Piemonte e il settore del Diritto allo Studio della Regione Piemonte stanno cercando di comprendere quali saranno le principali ricadute concrete della riforma dell’ISEE sugli studenti in relazione all’assegnazione delle borse di studio per l’anno accademico 2015/16.

Commenti chiusi