• La mia missione in Senegal

    Nella pausa natalizia sarò in Senegal per verificare lo stato di attuazione dei progetti che la Regione Piemonte sta realizzando direttamente o finanziando in quel Paese. Avrò modo di approfondire anche il collegamento tra politiche di cooperazione e immigrazione, essendo il Senegal luogo di partenza per molti ragazzi che arrivano nella nostra regione. Attualmente sono circa 7000 i Senegalesi residenti in Piemonte, e alcuni di loro sono anche attivi nell’associazionismo.

    Da tre anni l’amministrazione regionale ha rilanciato la cooperazione decentrata con uno sguardo particolare alle regioni dell’Africa Occidentale. Nel 2016 sono stati finanziati in Senegal 5 progetti presentati dai comuni piemontesi; nel 2017 ne sono stati presentati 7. A questi si aggiunge il progetto sostenuto dal Ministero dell’Interno nell’ambito del programma di cooperazione e assistenza ai Paesi terzi in materia di immigrazione e asilo.

    Quest’ultimo è un progetto predisposto dagli uffici regionali che hanno coinvolto attivamente sia i comuni piemontesi sia le organizzazioni non governative ed è finalizzato a creare opportunità di formazione e lavoro per i giovani del Senegal e della Costa d’Avorio. Questa iniziativa raccoglie l’esperienza maturata nell’ambito dei programmi di cooperazione della Regione Piemonte e valorizza il ruolo del nostro territorio e delle sue competenze per creare condizioni di sviluppo in queste realtà africane.

    Il finanziamento di 570.000 euro riconosciuto dal Ministero dell’Interno ci permette di rafforzare le attività di cooperazione in una funzione di raccordo e coordinamento delle iniziative di cooperazione piemontese rilanciando relazioni territoriali che sono particolarmente importanti per costruire prospettive e reali opportunità economiche e sociali per le popolazioni di questi paesi.

    In occasione di questa missione incontrerò i sindaci dei comuni coinvolti e anche i ministri del Governo senegalese per valutare insieme a loro l’impatto che questi progetti hanno nelle loro regioni. Anche sulla base degli approfondimenti condivisi con i partner africani integreremo la proposta di strategia di cooperazione che stiamo predisponendo per il prossimo triennio.

    Durante la Missione visiteremo i progetti della regione di Louga e Saint Louis, di Tambacounda e Thies, oltre, ovviamente, quelli della regione di Dakar. Incontreremo i Sindaci di Louga, Kelle Gueie, Mbackè, Koussanar, Pikine, Malika nonchè il Ministro del Governo senegalese dell’Industria e della PMI.

    Avremo inoltre l’opportunità di discutere con i volontari, i cooperanti e i collaboratori locali delle Ong CISV, LVIA, Mais, RE.TE, Renken, Nutriaid ed Enaip e il direttore dell’Ufficio di cooperazione dell’Ambasciata italiana in Senegal. Al mio ritorno incontreremo i nostri partner del progetto per valutare insieme i risultati di questa missione.

Commenti chiusi