• Chiediamo il rispetto della legalità nello sgombero dell’ex-clinica San Paolo

    Domani è previsto il trasferimento dei profughi dall’ex-clinica San Paolo alla caserma di via Asti e nella struttura di Settimo.
    Esprimiamo la nostra preoccupazione rispetto alle condizioni in cui potrà avvenire lo sgombero della struttura.
    Sappiamo che in questi giorni sono arrivati altri profughi da altre città, aumentando il numero degli ospiti temporanei dell’ex-clinica San Paolo.
    Questo rende difficile la selezione di chi verrà trasferito nella caserma di via Asti e cresce la possibilità che parecchi di loro domani si trovino senza una sistemazione.
    Il nostro timore è che vi possano essere feriti come risultato delle azioni che potrebbero essere messe in atto per liberare l’ex-clinica San Paolo dai suoi ospiti.
    Chiediamo invece che tutto avvenga nel rispetto della legalità e andremo a seguire da vicino l’operazione in atto.

Commenti chiusi