• Positive le dichiarazioni della Fornero sui gay. Noi vigileremo sull’operato del Ministro

    La ministra Fornero oggi ha risposto con una lettera all’appello lanciato da “Vanity Fair”. Anche noi abbiamo voluto aderire all’appello lanciato a favore delle coppie omosessuali che sono coppie che non hanno differenze rispetto a quelle eterosessuali. Come diciamo da tempo anche queste devono avere pari dignità e pari diritti anche dal punto di vista legislativo.
    Il ministro ha detto che deve essere il Parlamento ad occuparsi di questi temi ed ha ragione. Come è lo stesso Parlamento a legiferare sulla vita economica e lavorativa del Paese deve anche prendere posizione sulle questioni Lgbt. Fornero auspica “l’intervento del legislatore, cui compete, senza remore, anche un obbligo morale all’approfondimento e alla discussione così come richiesto da un numero sempre maggiore di cittadini, organizzazioni e organi di stampa”.
    Finalmente ci si rende conto che non può essere solo la società civile a muoversi in merito, ma che deve essere lo Stato ad intervenire. E’ indubbiamente un passo in avanti. Come rappresenterebbe un ulteriore passo in avanti lo sviluppo di iniziative, campagne e progetti di sensibilizzazioni contro l’omofobia e le malattie sessualmente trasmissibili.
    Noi vigileremo sull’operato del Ministro e del Parlamento rimanendo attivi nella mobilitazione a difesa dei diritti di tutti.

Commenti chiusi