• Consegna borse di studio alla Città Studi di Biella

    Ieri ho presenziato alla consegna di 40 borse di studio finanziate da privati presso la Città Studi di Biella, sede decentrata dell’Università di Torino. Sono stati premiati studenti di corsi di laurea in amministrazione aziendale, in scienze dell’amministrazione, in servizio sociale, in scienze infermieristiche. In totale sono stati premiati 14 ragazzi e 22 ragazze.

    Ho ritenuto importante partecipare a questo evento perché credo che investire sui giovani significhi investire sia sul presente, sia sul futuro. Fa piacere vedere un connubio tra pubblico e privato, ma come assessora sto cercando di comprendere come incrementare il fondo pubblico dedicato alle borse di studio perché i tagli che sono stati effettuati in questi anni rischiano di minare il diritto allo studio in Piemonte, un diritto sancito dalla Costituzione.

    Credo che la Regione debba lavorare per favorire l’ampliamento del numero dei laureati piemontesi: l’Italia è il fanalino di coda dell’Unione Europea. La Regione in questo momento sta discutendo della programmazione dei fondi europei e uno dei parametri che viene preso in considerazione a riguardo è appunto il numero di laureati.

Commenti chiusi