• Legal@rte, la bellezza al servizio della legalità

    La cultura può essere uno strumento per promuovere la legalità. È da questo presupposto che sono partite le donne della Polizia di Stato quando hanno deciso di fondare l’Associazione Legal@rte che è stata presentata questa mattina all’ospedale Sant’Anna di Torino. Leggi Tutto

  • M’impegno: Osservatorio degli appalti pubblici

    7. M’impegno per la legalità all’interno delle istituzione. In particolar modo per l’istituzione di un Osservatorio degli appalti pubblici che dia maggiore trasparenza nelle gare di concorso e un serio monitoraggio dei collegamenti societari escludendo qualsiasi pericolo di partecipazione per imprese colluse.

  • Il centrosinistra ragioni sui temi di competenza regionale, la TAV non lo è, FIAT e legalità sì

    La coalizione di centrosinistra affronti le questioni programmatiche di competenza regionale e non si perda in altre discussioni. Come è stato ribadito questa mattina dal candidato Presidente della coalizione di centrosinistra Sergio Chiamparino ogni partito che sostiene la sua coalizione ha posizioni proprie in base alla propria sensibilità politica. La TAV non è questione di competenza regionale e noi continuiamo a credere fermamente che sia un’opera non opportuna.
    Noi siamo convinti che i temi che debbono essere discussi adesso sono quelli che riguardano il benessere dei cittadini: lavoro, sanità, trasporti e ambiente. Tutti, compreso il candidato Presidente, smettano di parlare di argomenti che non riguardano le competenze regionali e abbandonino il campo delle provocazioni.
    Accogliamo con favore dunque il sollecito che Chiamparino ha fatto oggi alla FIAT sul mantenimento degli impegni per lo sviluppo della Maserati e dei Suv Alfa a Mirafiori, oltre che sulla ricerca, la sperimentazione e la produzione motoristica. Siamo inoltre convinti che si debba, come giustamente sottolineato, puntare su prodotti ambientalmente sostenibili. Auspichiamo che la nuova amministrazione regionale non abbia un atteggiamento supino nei confronti della casa automobilistica torinese.
    Come è giusto puntare sulla legalità, ben venga quindi l’istituzione di un comitato di controllo della legalità, dello snellimento delle procedure e della trasparenza dell’amministrazione. Bene, dunque, questa è la strada giusta.