• Agricoltura sociale può essere fonte di inclusione per i migranti

    Da assessora all’Immigrazione della Regione Piemonte non posso che essere soddisfatta dei passi in avanti che il Piemonte ha fatto in materia di lavoratori stagionali in agricoltura grazie all’approvazione della legge 12 del 2016. Spesso la manodopera in questione è composta da lavoratori stranieri che devono sostenere condizioni di lavoro a dir poco difficili. Quello che l’amministrazione regionale sta facendo è cercare di costruire percorsi legislativi che conducano alla costituzione di politiche strutturali abbandonando l’approccio emergenziale al fenomeno. È questo quel che ho voluto sottolineare questa mattina durante il convegno “Lavoratori stagionali in agricoltura: dati e prospettive in Piemonte”. Leggi Tutto