• Giornata contro la tratta, il mio appello ai clienti delle prostitute: “Non favorite il traffico”

    La tratta è un fenomeno terribile, che in Italia ruota soprattutto attorno alle principali città italiane e in modo particolare a Torino. Per questo in Piemonte abbiamo intrapreso una battaglia per cercare di rendere difficile la vita a sfruttatori senza scrupoli. Abbiamo adottato diversemisure che hanno portato dal 2014 al 2018, grazie alle unità di strada e ai nostri sportelli, a contattare 8.558 donne cadute nel giro.  Oltre 600 sono state le ragazze, in prevalenza nigeriane, sottratte a sfruttatori senza scrupoli. Leggi Tutto

  • In Piemonte abbiamo 5mila persone destinate a diventare irregolari. Avviato un tavolo regionale

    Insieme al presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino oggi ho incontrato nel Palazzo della Regione, in piazza Castello, il presidente dell’Anci, Alberto Avetta e i responsabili degli Sprar del Piemonte (quei centri, in tutto una quarantina, gestiti dai comuni che costituiscono oggi il sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati). Alla riunione hanno partecipato molti sindaci e assessori, per discutere delle conseguenze del Decreto sicurezza dopo l’approvazione in Consiglio dei ministri. Da parte di tutti è emersa, indipendentemente dal colore politico, la preoccupazione per il futuro. Insieme abbiamo concordato sulla necessità di un tavolo permanente per monitorare l’evoluzione della situazione. Leggi Tutto

  • Migranti, in Piemonte in 5mila destinati a diventare irregolari

    Proprio oggi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto Salvini che getta nell’incertezza il futuro di migliaia di migranti, visto che intende distruggere il sistema di accoglienza per come lo conosciamo. Dove andranno a finire, ad esempio, le circa 5mila persone destinate a diventare irregolari, delle 10380 richiedenti asilo e rifugiate, ospitate oggi nei Centri d’accoglienza straordinaria del Piemonte (strutture gestite dalle prefetture)? Ho la certezza che per Salvini sarà impossibile rimpatriarle tutte. Il rischio è che le occupazioni come quella dell’ex-Moi si moltiplichino o che i migranti vengano assoldati dalla criminalità organizzata. È questo l’allarme che ho lanciato oggi in via Pedrotti a Torino durante la presentazione del decimo Rapporto sulla contrattazione sociale in Piemonte, della Cgil. Leggi Tutto

  • Exodos sbarca a Bruxelles, le storie dei migranti arrivano al cuore dell’Europa

    La testa di un bimbo profugo che si affaccia da una tenda, una marea umana di uomini, donne e bambini in viaggio. Sono queste alcune delle immagini della mostra fotografica ‘Exodos, Rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione’, organizzata dall’Associazione allievi del master di giornalismo ‘Giorgio Bocca’ e promossa dalla nostra Regione, che il 25 settembre è sbarcata a Bruxelles, nei locali del Parlamento Europeo. Leggi Tutto

  • Terra Madre, ecco a quali appuntamenti parteciperò

    Amiamo assaggiare cibi diversi dai nostri, senza timore alcuno, e anzi siamo contenti se un nuovo ristorante, giapponese o libanese, apre nella nostra città. Eppure, se invece arrivano uomini e donne dall’Africa, o da altre parti del mondo, a volte li guardiamo come se fossero invasori, o una minaccia all’italianità. Per quale strana ragione tutto questo? Forse per parlare di migrazioni, di inclusione e comprensione del valore delle differenze, è il caso di partire proprio dalla tavola, che mette quasi sempre tutti d’accordo. Anche per questo motivo ho aderito con grande piacere all’invito di Slow Food e parteciperò ad alcuni incontri di Terra Madre.
    Leggi Tutto