• Decreto sicurezza, in Piemonte 22 milioni di euro di costi maggiori per il welfare comunale. A rischio 350 posti di lavoro

    Stamattina abbiamo lanciato il nostro grido d’allarme ai parlamentari piemontesi che questa mattina si sono trovati in piazza Castello per l’incontro che ho convocato, in accordo con il presidente Sergio Chiamparino. Temiamo le possibili conseguenze del Decreto sicurezza approvato dal governo, ora in discussione in Commissione parlamentare. Hanno raccolto il nostro appello la vicepresidente del Senato, Anna Rossomando, il deputato Andrea Giorgis, che hanno partecipato alla riunione insieme al presidente dell’Anci Piemonte, Alberto Avetta, e alla vicepresidente Elide Tisi. Ai parlamentari che non erano presenti sarà invece inviata una nota con i dati raccolti in Piemonte sull’impatto del Dl, in modo da chiedere il loro aiuto e modificarne il testo. Leggi Tutto

  • Al via in Piemonte il primo forum delle donne africane

    Si è tenuto oggi, a Torino, il Forum regionale delle donne africane in Piemonte. L’obiettivo era approfondire la questione dell’immigrazione e dell’integrazione. In questo primo incontro si è costituito  un coordinamento di associazioni femminili africane per dare voce a chi risiede ormai da tempo in Piemonte e in Italia affinché elabori proposte utili a migliorare i rapporti con gli italiani e contribuire alla costruzione di una società multietnica. Leggi Tutto

  • Giornata contro la tratta, il mio appello ai clienti delle prostitute: “Non favorite il traffico”

    La tratta è un fenomeno terribile, che in Italia ruota soprattutto attorno alle principali città italiane e in modo particolare a Torino. Per questo in Piemonte abbiamo intrapreso una battaglia per cercare di rendere difficile la vita a sfruttatori senza scrupoli. Abbiamo adottato diversemisure che hanno portato dal 2014 al 2018, grazie alle unità di strada e ai nostri sportelli, a contattare 8.558 donne cadute nel giro.  Oltre 600 sono state le ragazze, in prevalenza nigeriane, sottratte a sfruttatori senza scrupoli. Leggi Tutto

  • In Piemonte abbiamo 5mila persone destinate a diventare irregolari. Avviato un tavolo regionale

    Insieme al presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino oggi ho incontrato nel Palazzo della Regione, in piazza Castello, il presidente dell’Anci, Alberto Avetta e i responsabili degli Sprar del Piemonte (quei centri, in tutto una quarantina, gestiti dai comuni che costituiscono oggi il sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati). Alla riunione hanno partecipato molti sindaci e assessori, per discutere delle conseguenze del Decreto sicurezza dopo l’approvazione in Consiglio dei ministri. Da parte di tutti è emersa, indipendentemente dal colore politico, la preoccupazione per il futuro. Insieme abbiamo concordato sulla necessità di un tavolo permanente per monitorare l’evoluzione della situazione. Leggi Tutto

  • Migranti, in Piemonte in 5mila destinati a diventare irregolari

    Proprio oggi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto Salvini che getta nell’incertezza il futuro di migliaia di migranti, visto che intende distruggere il sistema di accoglienza per come lo conosciamo. Dove andranno a finire, ad esempio, le circa 5mila persone destinate a diventare irregolari, delle 10380 richiedenti asilo e rifugiate, ospitate oggi nei Centri d’accoglienza straordinaria del Piemonte (strutture gestite dalle prefetture)? Ho la certezza che per Salvini sarà impossibile rimpatriarle tutte. Il rischio è che le occupazioni come quella dell’ex-Moi si moltiplichino o che i migranti vengano assoldati dalla criminalità organizzata. È questo l’allarme che ho lanciato oggi in via Pedrotti a Torino durante la presentazione del decimo Rapporto sulla contrattazione sociale in Piemonte, della Cgil. Leggi Tutto

Pagina 5 di 68« Prima...34567...102030...Ultima »