• Tre cambiamenti nel cammino contro la violenza di genere

    Due femminicidi in Piemonte nel giro degli ultimi cinque giorni.

    Domenica Paola Malavasi nel novarese è stata uccisa da un uomo con il quale aveva avuto una relazione, durante un ultimo incontro chiarificatore, che le è stato fatale, come è purtroppo capitato in numerosi altri femminicidi.

    A Volvera, in provincia di Torino, Cristina Messina è stata uccisa cinque giorni fa dall’ex marito, che ha ferito anche gravemente la figlia di lei.

    Due tragedie che ripropongono schemi che purtroppo conosciamo e rispetto alle quali sembra non si riesca a mettere nulla in campo per evitarle, in una sorta di triste fatalismo.

    Anzi il lockdown ha inasprito quelle relazioni, dove più spesso si manifesta la violenza domestica, come d’altronde ci si poteva aspettare. I reati che riguardano la violenza di genere non sono diminuiti, a differenza delle altre tipologie. Undici donne nel nostro Paese sono state uccise in questo periodo. La Procura di Torino sta ricevendo in media venti denunce al giorno per maltrattamenti e un Centro Antiviolenza come Telefono Rosa dichiara, che, dopo un calo nei primi giorni, le chiamate nel lockdown sono al contrario aumentate del 70%. Leggi Tutto

  • La violenza di genere diminuisce, ma non possiamo essere sereni

    Ieri a Roma abbiamo organizzato come AICCRE (Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa) un seminario sulle risposte legislative, gli interventi e i servizi per contrastare la violenza di genere. Ho avuto l’opportunità di illustrare la nostra legge regionale 4/2016, “Interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli”, proponendola come modello per la costruzione di un sistema coordinato di politiche a livello regionale. Leggi Tutto

  • La Regione Piemonte contro la violenza di genere

    Finalmente una buona notizia: Fiorilena Ronco è fuori pericolo! La prognosi della donna 40enne che è stata accoltellata a Borgo Vercelli dall’ex marito è stata sciolta e ieri la donna è stata trasferita nel reparto di Chirurgia. Leggi Tutto

  • Serve una mobilitazione diffusa nel contrasto alla violenza sulle donne

    Prima Borgo Vercelli, poi Pinerolo. Ieri il Piemonte si è tinto del sangue rosso di due donne che sono state le ennesime vittime della follia maschile. Una di queste, Fiorilena Ronco, è stata operata nella notte e adesso le sue condizioni sono stabili. A ventiquattro ore di distanza il bilancio si aggrava: fuori dalla nostra regione, nel casertano, oggi un uomo ha ucciso la moglie e poi si è lanciato dal balcone. Concordo con Telefono Rosa: questi fatti non devono diventare la normalità, bisogna reagire di fronte all’inaccettabile. Leggi Tutto

  • Femminicidi: in Piemonte quattro in due mesi e mezzo. Regione attiva per il contrasto culturale

    In Piemonte quattro vittime di femminicidio negli ultimi due mesi e mezzo. Santina Lodi, la donna che è stata trovata morta ammazzata nella sua casa di Torino, è solo l’ultima vittima della follia omicida del proprio compagno. Prima di lei Gisella Purpura, 41 anni di Novara, Pashke Babaj, 67 anni di Caramagna Piemonte, e infine pochissimi giorni fa è stata uccisa, sempre a Novara, una donna ucraina di 35 anni. Leggi Tutto