• Trasporti dei rifiuti nucleari, la Giunta minimizza e non informa i cittadini

    L’assessore Ravello – rispondendo alla nostra interrogazione sui depositi di scorie nucleari- ha dichiarato che il recente trasporto di scorie radioattive in territorio piemontese è stato il primo di dieci viaggi internazionali che interesseranno la nostra pesante eredità nucleare. Come già accaduto, la Giunta Cota – se non viene direttamente interpellata – non si occupa di informare i cittadini piemontesi di questi pericolosi spostamenti.

    Ravello come al solito tende a minimizzare le questioni che riguardano il nucleare. La consapevolezza e le informazioni sugli attraversamenti di questi pericolosi convogli devono rappresentare una priorità per l’amministrazione regionale. Nascondere le notizie sui trasporti non risolve nulla e anzi fomenta paure e rischi.

    Rimangono inoltre ancora assai esigue le azioni che la Regione sta intraprendendo per garantire la protezione contro le radiazioni ionizzanti, come previsto da una legge regionale approvata nel 2010, “una delle norme più avanzate in Italia” dichiarò l’assessore Cavallera… purtroppo finora rimane “avanzata” solo sulla carta.

Lascia una risposta

Devi essere logged in per pubblicare un commento.