• Monica Cerutti nominata nel comitato pari opportunità del Consiglio delle Regioni d’Europa

    C’è un’Europa che si batte per una maggiore uguaglianza per tutti, una maggiore inclusione e per il riconoscimento delle diversità. Ed è un onore essere stata nominata oggi, a Bilbao, componente del comitato per le pari opportunità del Cmre, il Consiglio dei Municipi e delle Regioni d’Europa. Si tratta di un organismo che qui in Spagna ha riunito oltre 500 sindaci, rappresentanti municipali e regionali  di 40 Paesi europei, per discutere  in una tre giorni di come affrontare il tema delle diseguaglianze crescenti e di un’Europa sempre più divisa tra poveri e benestanti.

    A confronto un centinaio di relatori, il 60% donne, tra cui i rappresentanti di organismi internazionali come Onu Donne, l’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere o la Coalizione di città contro il razzismo. Ieri l’inaugurazione con il ‘lehendakari’ basco Iñigo Urkullu, il sindaco di Bilbao, Juan Mari Aburto, il presidente di Eudel, Imanol Landa, il presidente del Consiglio di Municipi e Regioni di Europa, Stefano Bonaccini, e il presidente della Federazione spagnola di municipi, Abel Caballero.

    Dopo l’intervento di apertura del premio Nobel per la pace Rigoberta Menchú, nelle 33 sezioni dei lavori, con un centinaio di relatori, sono stati affrontati temi come la partecipazione politica delle donne, la sicurezza negli spazi pubblici e nelle reti sociali, i diritti del collettivo Lgbt, l’inclusione nel mercato del lavoro e l’integrazione degli immigrati. La conferenza si chiuderà con la sottoscrizione di un documento con raccomandazioni e buone pratiche per orientare le future politiche locali nel rispetto dei diritti umani e in linea con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Commenti chiusi