• Ciao Darwin, casting a Torino per cercare omofobi e razzisti

    AAA cercasi uomi o donne “contrarie all’integrazione degli stranieri in Italia” e “contro i diritti delle unioni gay“. Ciao Darwin, la trasmissione televisiva di Mediaset, a Torino ha cercato razzisti e omofobi per sottoporli a un casting per partecipare alla nuova edizione del programma. Il casting si è tenuto il 12 gennaio.

    Si tratta di un vero e proprio schiaffo al rispetto delle persone e dei diritti di tutti e tutte. È inaccettabile che in un momento come questo, durante il quale l’odio nei confronti del diverso è sempre maggiore, ci siano programmi televisivi che vogliono alimentari xenofobia e omofobia. I media devono assumersi la responsabilità che hanno sulle spalle. Ci sono milioni di persone che purtroppo affidano la propria informazione e formazione esclusivamente alla televisione ed è impensabile che questa parli loro attraverso stereotipi, populismi e strumentalizzazioni.

    Come Regione Piemonte ci stiamo impegnando per approvare una legge contro ogni forma di discriminazione, lunedì prossimo durante la seduta della I Commissione del consiglio regionale cominceremo a discutere gli emendamenti che sono stati presentati. Ho deciso di chiedere che il caso del casting omofobo e razzista a Torino, tenuto dalla trasmissione tv Ciao Darwin, venga segnalato all’UNAR, Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali. Le istituzioni non possono continuare a predicare nel deserto.

Commenti chiusi