• Svelato il trucchetto di Molinari sulle residenze universitarie dell’ex MOI: solo 9 studenti su 200 hanno rinunciato al posto letto

    Quella che ha cercato di montare Molinari è una polemica priva di contenuti e destinata a sgonfiarsi appena i dati che abbiamo richiesto sono stati resi pubblici. L’assessore ieri ha di nuovo  sostenuto che gli studenti universitari aventi diritto al posto letto nel complesso delle palazzine ex MOI rifiutino di avvalersi del proprio diritto a causa della presenza dei profughi nelle palazzine occupate.

    Allarmati da questa denuncia fatta a più riprese, ci siamo prontamente attivati per verificare i fatti. Prima di tutto abbiamo nuovamente visitato l’ex Villaggio Olimpico e ieri abbiamo chiesto allo stesso Molinari i dati relativi all’anno 2013/2014 riguardanti tali residenze.

    Gli uffici dell’assessorato ci hanno fatto sapere che su un totale di 200 posti letto vi sono state “38 conferme per supermerito; 95 vincitori iscritti ad anni successivi; 4 vincitori iscritti ai primi anni; 26 vincitori iscritti ai primi anni Extra-UE; 30 idonei iscritti ad anni successivi; 6 idonei iscritti ai primi anni appartenenti all’’Unione Europea; 1 idoneo iscritto ai primi anni Extra-UE. Quindi dei 200 studenti assegnati, hanno rinunciato al posto letto (non presentandosi in residenza entro la data limite) 9 studenti di cui: 3 appartenenti all’’Unione Europea (italiani) e 6 Extra-UE (5 cinesi e 1 camerunense)” – non solo perché dall’assessorato dicono che – “sono pervenute diverse domande di trasferimento e lagnanze (una quindicina, ma i tre studenti a cui è stata offerta la possibilità di spostarsi a Villa Claretta hanno rifiutato il trasferimento)“.

    Non ci sembra dunque che si possa al solito evocare il tema dell’ordine pubblico nei confronti di persone che hanno necessità di sostegno, visto che arrivano da contesti difficili, sulla base di 9 rinunce su 200 posti letto, 6 delle quali derivanti da cittadini che arriverebbero da altri continenti e che magari non si sono presentati in residenza per motivi exrta-universitari.

    Svelato dunque il trucchetto di Molinari.

Commenti chiusi