• L’acqua è un bene prezioso, ma non per tutti è un bene accessibile

    L’acqua è un bene prezioso, ma non per tutti è un bene accessibile. Ben 923.000.000 di persone nel mondo non hanno libero accesso all’acqua potabile. È per questo che è necessario riflettere quotidianamente su quelli che sono i nostri comportamenti e sulle azioni, anche involontarie, attraverso le quali ci possiamo rendere protagonisti di spreco di acqua. Non mi riferisco solamente al rubinetto con l’acqua che scorre per troppo tempo mentre ci laviamo i denti o quando ci facciamo la doccia, ma mi riferisco allo spreco indiretto.

    17455192_10210394559959209_1267918233_oAlcune delle nostre scelte alimentari per esempio possono avere un forte impatto idrico sull’ambiente che ci circonda. Lo spreco di cibo è una tra le cause primarie dell’abnorme prelievo di risorse idriche nella filiera agroalimentare. Su questo tema insieme alla Regione Valle d’Aosta abbiamo avviato un progetto dal titolo “L’acqua è di tutti, non mangiamone troppa” che è rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado che ha coinvolto quasi 150 istituti scolastici piemontesi e valdostani individuati con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e della Sovraintendenza agli Studi valdostana. Azioni di sensibilizzazione e informazione che si affiancano al progetto “Una buona occasione” contro lo spreco alimentare.

    17453516_10210394560119213_672005562_oGuardare al futuro significa anche sostenere le nuove generazioni e la loro formazione culturale e civile. È per questo che questa mattina, in occasione della Giornata mondiale dell’acqua, al Cinema Massimo di Torino è stato emozionante premiare gli studenti che hanno partecipato al concorso “AnimACQUAndo” nell’ambito del progetto Acqua in Comune realizzato dal Coordinamento Comuni per la Pace, con il sostegno dell’Autorità d’ambito Torinese 3 e in collaborazione con Citta Metropolitana di Torino, Consorzio ONG Piemontesi, SMAT, Associazione Triciclo e Cinemambiente.

Commenti chiusi