• In memoria delle vittime del Mediterraneo per nuove politiche di centrosinistra

    Lampedusa, è il 3 ottobre del 2013 quando circa alle 6,30 del mattino alcuni pescherecci locali lanciano un primo allarme in merito al naufragio di un’imbarcazione con a bordo migranti provenienti dall’Eritrea, dal Ghana, dalla Somalia, dall’Etiopia e dalla Tunisia: il bilancio finale conterà 368 vittime accertate, circa 20 presunti dispersi e 155 superstiti di cui 41 minori.

    Quella notte la Guardia Costiera per giungere sul luogo del naufragio impiegò quasi un’ora e i primi soccorsi furono merito degli stessi pescatori che lanciarono l’allarme. I migranti che riuscirono a sopravvivere a quella tragedia furono inseriti nel registro degli indagati e accusati di reato di clandestinità per essere entrati illegalmente in Italia; nessuna inchiesta o indagine volta ad accertare eventuali errori o ritardi nei soccorsi fu aperta.

    PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CHE HO PUBBLICATO SUL MIO BLOG SULL’HUFFINGTON POST CLICCA SU QUESTO LINK: http://www.huffingtonpost.it/monica-cerutti/in-memoria-delle-vittime-del-mediterraneo-per-nuove-politiche-di-centrosinistra_a_23230696/

Commenti chiusi