• Futuro della Bracco in Piemonte: la Giunta accoglie la nostra richiesta di un tavolo istituzionale

    Con un’interrogazione urgente, nella seduta odierna del Consiglio, abbiamo chiesto alla Giunta Regionale quali azioni intendesse mettere in campo per garantire il futuro insediamneto dell’azienda Bracco spa in Piemonte. Abbiamo suggerito l’apertura di un tavolo istituzionale con tutte le parti interessate, come richiesto da tempo dalle organizzazioni sindacali.

    L’assessore ha condiviso le nostre preoccupazioni e si detto disponibile ad aprire un “tavolo di confronto, per l’attrazione nella nostra regione degli investimenti in settori innovativi quali il farmaceutico”.

    Apprezziamo l’apertura odierna, ma sottolineiamo la sostanziale assenza della Regione in questa vicenda: per mesi infatti non ha accolto le richieste delle parti sociali, giustamente preoccupate per i mancati investimenti promessi dell’Azienda nel Canavese.

    La Bracco è un’azienda sana che sta effettuando importanti investimenti in Italia e all’estero, a questo proposito non si spiegano i mancati rinnovi di alcuni contratti a progetto e l’estensione per soli 18 mesi di altri. Inoltre il futuro del Bioindustry Park del Canavese, voluto dalla Regione Piemonte nel 1998, è strettamente legato agli investimenti della Bracco, l’azienda di gran lunga più importante presente nel parco.

    Non vorremmo assistere all’ennesimo caso di un’azienda in salute che lascia la nostra regione per Milano, o peggio per l’estero.

Lascia una risposta

Devi essere logged in per pubblicare un commento.