• Due giornate all’insegna del Diritto allo studio

    Continua il nostro tour attraverso le università e le residenze universitarie piemontesi. Ieri insieme a Marta Levi, presidente dell’Edisu, e Cesare Emanuel, rettore dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale, abbiamo visitato le strutture di Alessandria e Novara.

    Ad Alessandria abbiamo visitato Palazzo Borsalino, sede del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali, un bellissimo edificio storico in pieno centro di Alessandria a due passi da piazza Garibaldi.

    Abbiamo poi visitato il Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica sempre di Alessandria e abbiamo avuto così l’opportunità di vedere e apprezzare i nuovi e moderni laboratori di biologia e di chimica.

    Ci siamo poi recati a Novara dove abbiamo incontrato il sindaco Andrea Ballarè e visitato la Scuola di Medicina, il Dipartimento di Medicina Traslazionale e il Dipartimento di Studi per l’Economia e l’impresa. La visita è proseguita nel cantiere adiacente, sempre in via Perrone, dove i lavori procedono e sono quasi terminati, avremo così preso una nuova residenza universitaria, una palestra e una mensa.

    Abbiamo infine visitato la Fondazione Novara Sviluppo, un polo scientifico e tecnologico all’interno di un edificio prestigioso e moderno, progettato da Renzo Piano.

    Questa mattina si è invece tenuto il CORECO, il Comitato regionale di coordinamento delle Università del Piemonte, un importante momento di confronto con il rettore dell’Università degli Studi di Torino, Gianmaria Ajani, il rettore del Politecnico, Marco Gilli, il rettore dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale, Cesare Emanuel. Oggi erano presenti anche l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Francesco Balocco, e l’assessora all’Istruzione del Comune di Torino, Mariagrazia Pellerino e i due temi principali che abbiamo trattato sono il miglioramento dei trasporti pubblici per gli studenti del Piemonte Orientale ma anche di Torino e il progetto “Torino città universitaria”.

Commenti chiusi