• Audita la dottoressa Briccarello, il pasticcio delle Federazioni alla base del caos proroghe

    Questa mattina come da programma in Commissione Speciale d’indagine su SCR-Appalti-Sanità abbiamo potuto ascoltare la dottoressa Giovanna Briccarello, direttrice generale dell’ASL TO1, in merito alle proroghe di affidamenti di servizi e incarichi da parte della stessa azienda sanitaria. Ci è stato riferito che vi è la consapevolezza che siano stati fatti degli errori e la delibera successiva di formalizzazione di tutte le proroghe sia stata assunta in autotutela.

    A nostro avviso, senza entrare nel merito delle questioni che saranno oggetto della relazione finale della commissione, i problemi sono stati causati principalmente da una non chiarezza nel passaggio di funzioni dalle ASL alle Federazioni sanitarie: molte gare infatti erano passate di competenza alle Federazioni e si deve chiarire se non siano state seguite le relative procedure oppure se non fosse chiaro l’iter da seguire. Non entriamo nel merito delle singole questioni però crediamo che molto sia dovuto al pasticcio delle Federazioni: nel caso dell’ASL TO1 le Federazioni di riferimento erano addirittura due.

    Sarà necessario approfondire la documentazione che ci è stata fornita e in particolare i verbali dei collegi sindacali, in cui in molti casi si afferma che le proroghe non fossero legittime. A questo punto la valutazione deve essere allargata anche alle altre aziende sanitarie. La nostra considerazione è politica: il progetto delle federazioni è stato un disastro ed è per questo che tramite un’interrogazione abbiamo chiesto una valutazione dei danni economici causati da questa fallimentare sperimentazione, che non si può ricondurre al solo costo dei 6 Direttori.

Commenti chiusi