• SOSTEGNO ALLE PROPOSTE DI LEGGI REGIONALE E NAZIONALE CHE PROMUOVONO LA PARITA’ DI ACCESSO TRA DONNE E UOMINI ALLE CARICHE ELETTIVE

    Consiglio Comunale Approvato il 20/12/2004 11037/002

    C I T T À D I T O R I N O

    ORDINE DEL GIORNO

    Approvato dal Consiglio Comunale in data 20 dicembre 2004

    OGGETTO: SOSTEGNO ALLE PROPOSTE DI LEGGI REGIONALE E NAZIONALE CHE PROMUOVONO LA PARITA’ DI ACCESSO TRA DONNE E UOMINI ALLE CARICHE ELETTIVE.

    “Il Consiglio Comunale di Torino,

    PREMESSO CHE

    – l’introduzione, con Legge Costituzionale di riforma del Titolo V Parte II della Costituzione, del principio della parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive di cui all’articolo 117 comma 7, e la modifica dell’articolo 51 della Costituzione, approvata con Legge Costituzionale 30 maggio 2003 n.1, hanno posto al centro dell’attenzione del legislatore la necessità di porre rimedio alla questione della scarsa partecipazione delle donne alla vita politica;
    – il difetto di rappresentanza, che risulta evidente dai dati statistici, suscita un allarme sociale che è sempre più amplificato dall’evidenza di una realtà femminile ricca di contraddizioni: alla presenza maggioritaria delle donne nel corpo elettorale, al loro elevato tasso di scolarizzazione, all’alto indice di partecipazione alla vita professionale e sociale del Paese non corrisponde un’adeguata rappresentanza delle stesse nell’ambito delle assemblee elettive;

    RICORDATO

    che il Consiglio Comunale di Torino ha approvato l’Ordine del giorno (mecc. 2002 09449/002) “Pari opportunità nello Statuto regionale e modifica dell’articolo 51 della Costituzione” in data 13 gennaio 2003 e l’Ordine del Giorno (mecc. 2003 10902/002) “Applicazione della risoluzione del Parlamento Europeo sulle elezioni 2004 e della modifica dell’articolo 51 della Costituzione per una rappresentanza equilibrata fra uomini e donne” in data 2 febbraio 2004;

    RILEVATO CHE

    – l’articolo 3 della Legge n. 90/2004 “Norme in materia di elezioni dei membri del Parlamento Europeo e altre disposizioni inerenti ad elezioni da svolgersi nell’anno 2004”, per cui “nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore ai due terzi dei candidati”, ha determinato un aumento significativo delle candidate e delle elette, che sono 16 su 78 europarlamentari (nel 1999 erano 10 su 87);
    – la proposta di Legge Regionale n. 674/2004, “Norme di prima attuazione degli articoli 51 e 117, comma 7, della Costituzione al fine di promuovere la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive nella elezione del Consiglio Regionale del Piemonte”, prevede all’articolo 1, la stessa misura per cui “nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore ai due terzi dei candidati” e quale sanzione l’invalidità delle liste che non rispettino i requisiti richiesti;
    – l’articolo 2 della proposta di Legge Regionale n. 674/2004 stabilisce che entrambi i sessi debbano partecipare ai programmi di comunicazione politica offerti dalle emittenti radiotelevisive pubbliche e private, nonché negli altri mezzi di comunicazione, e l’articolo 3 dispone nel disciplinare i messaggi autogestiti dei soggetti politici che debba essere garantita la presenza di candidati di entrambi i sessi;
    – l’articolo 4 della proposta di Legge Regionale n. 674/2004 prevede che la legge di bilancio determini le modalità di sostegno finanziario per i Gruppi Consiliari ed i soggetti che realizzano le finalità di cui all’articolo 1 e prevede altresì un aumento dei contributi del 2% da assegnare ai Gruppi Consiliari che garantiscono la partecipazione attiva delle donne alla politica;
    – in Commissione Affari Costituzionali del Senato è in discussione il disegno di legge d’iniziativa dei senatori Dato e Amato, n. 1732, “Modifiche alle leggi elettorali relative alla Camera dei deputati ed al Senato della Repubblica al fine di promuovere una partecipazione equilibrata di donne ed uomini alle cariche elettive”, che assegna alle donne almeno un terzo dei seggi nelle liste elettorali;

    INVITA

    il Consiglio Regionale:
    ad approvare la proposta di Legge Regionale n. 674/2004 “Norme di prima attuazione degli articoli 51 e 117, comma 7, della Costituzione al fine di promuovere la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive nella elezione del Consiglio Regionale del Piemonte”, al fine di poterla applicare già alle elezioni regionali del 2005;

    INVITA

    il Parlamento:
    ad approvare la proposta di Legge n. 1732, “Modifiche alle leggi elettorali relative alla Camera dei deputati ed al Senato della Repubblica al fine di promuovere una partecipazione equilibrata di donne ed uomini alle cariche elettive”, al fine di poterla applicare alle prossime elezioni politiche.”

Commenti chiusi