• Quali sono le “legittimità sensibilità” per cui la Giunta regionale revoca il patrocinio al GLBT Film Festival?

    Oggi ho presentato un question time per conoscere le ragioni dell’annunciata revoca del patrocinio regionale al GLBT Film Festival.

    L’assessore alla Cultura Michele Coppola non si è presentato in aula, probabilmente per impegni elettorali, ma forse anche perché non condivide pienamente questo atto. Peccato, perché Coppola ha perso un’occasione per chiarire una vicenda che non fa onore alla Regione e segna un preoccupante precedente. Non vorremmo che la revoca del patrocinio sia solo un primo passo verso il taglio dei contributi al festival.

    L’assenza di Coppola è un brutto segnale, ma ancora peggiore è stata la risposta dell’assessora Quaglia che ha letto velocemente una breve nota in cui precisa “che è prerogativa della Giunta, a fronte di legittime sensibilità che possono non combaciare con quelle di chi ha preceduto”.

    Vorremmo sapere quali siano queste “legittime sensibilità”, forse quelle incarnate dall’ex consigliere comunale della Democrazia Cristiana Giovanni Porcellana che negli anni Ottanta si scagliava, solitario, contro il GLBT Film Festival.

    Pensavamo che fossero punti di vista minoritari ampiamente superati, residui di un mondo poco attento alle diversità e ai diritti. Evidentemente ci sbagliavamo.

Lascia una risposta

Devi essere logged in per pubblicare un commento.