• Piemonte Pride: attenti a tutte le differenze, contro ogni discriminazione in Piemonte

    Torino Pride4È stata presentata questa mattina l’edizione 2017 del Torino Pride, la più partecipata manifestazione a difesa dei diritti GLBTQI che si tenga in Piemonte. La manifestazione torinese, che quest’anno prevede anche una tappa ad Alba l’8 luglio, si terrà il 17 giugno e il tema portante sarà “A corpo libero” con riferimento all’autodeterminazione, all’eutanasia, alla transizione e alla libertà individuale.

    In oltre un decennio di Pride si è creato un senso di comunità e tradizione attorno a questa iniziativa. È importante che questa manifestazione possa avere una sua prosecuzione anche su altri territori provinciali divenendo nella sostanza regionale.

    Torino Pride3Il tema di quest’anno assume un’importanza ancora maggiore alla luce dei fatti di questa settimana. È infatti di pochi giorni fa la vicenda che ha colpito un uomo di Biella che si è visto negata un’assunzione nel momento in cui i suoi nuovi datori di lavoro hanno saputo dell’operazione che gli ha permesso di cambiare sesso. L’uomo, che prima era una donna, ha deciso di non denunciare l’accaduto perché ha preferito dare spazio alla sua nuova vita, ma la Regione Piemonte tramite la legge regionale contro le discriminazioni sostiene chi decide di ribellarsi a eventuali soprusi anche grazie al Fondo per il gratuito patrocinio a favore delle vittime. Il Piemonte è la prima Regione italiana a dotarsi di uno strumento del genere. La Regione ha stanziato 300mila euro e sta firmando le convenzioni con gli Ordini degli Avvocati che determineranno per ciascun Ente un elenco di professionisti abilitati ai quali le vittime potranno rivolgersi, per casi relativi anche al passato, purché successivi all’approvazione della legge.

    Su questi temi le istituzioni devono decidere da che parte stare e la Regione Piemonte lo sta facendo senza ambiguità.

Commenti chiusi