• Piemonte contro le discriminazioni: 315.000€ per il Piemonte

    È stato pubblicato questa mattina sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte l’avviso pubblico con il quale l’ente avvia la selezione dei partner per il progetto “Piemonte contro le discriminazioni”. Il progetto verrà finanziato dal Ministero dell’Interno con le riforse del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020. Alla nostra regione spetteranno 315.000 euro dei 2.750.000 complessivi; non è previsto cofinanziamento a carico del bilancio regionale.

    È dal 2009 che la Regione Piemonte ha sviluppato con l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (UNAR) protocolli d’intesa e convenzioni volti alla realizzazione della Rete regionale antidiscriminazione e alla realizzazione del Centro regionale contro le Discriminazioni, quest’ultimo con il compito di coordinamento della rete. Un’esperienza che negli anni ha garantito reali processi di inclusione dei cittadini stranieri.

    Presto la Regione Piemonte si doterà di una legge contro tutte le discriminazioni, progetti del genere si inseriscono nel contesto legislativo che abbiamo immaginato per l’inclusione sul nostro territorio.

    I partner che saranno selezionati dovranno sviluppare due specifiche attività: promuovere reti territoriali di intervento per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni attraverso il coinvolgimento di amministrazioni pubbliche, istituzioni scolastiche, associazioni del terzo settore e di assistenza legale, organizzazioni sindacali e datoriali, associazioni di migranti e consiglieri e consigliere di parità; favorire sul territorio la diffusione di una cultura che favorisca nei contesti locali la conoscenza e la comprensione reciproca e che promuova interventi in una logica di prevenzione, mediazione e risoluzione efficace dei conflitti sociali.

    L’avviso pubblico scadrà il 18 febbraio 2016.

Commenti chiusi