• Pari Opportunità: dobbiamo lavorare su servizi e condizioni lavorative

    Secondo le donne italiane negli ultimi dieci anni la qualità delle Pari Opportunità e le possibilità di fare carriera sarebbero diminuite. A riferirlo è un sondaggio di SWG con il quale sono state analizzate la presenza femminile in ambito economico, sociale, politico, dei servizi pubblici a sostegno della gestione familiare, il giudizio sulle norme a sostegno della maternità, le possibilità di ingresso delle donne nel mercato del lavoro, la stabilità occupazionale, i tempi di conciliazione tra vita privata e lavoro, il tempo libero a disposizione e la sicurezza personale.

    In nessuno di questi dieci casi il giudizio ha mai superato il 6 politico in pagella. Quella che secondo le donne mancherebbe è una visione sistemica delle Pari Opportunità. SWG sottolinea come sia necessario intervenire sulla dimensione culturale, ma anche sulla quotidianità della dimensione femminile tramite politiche di conciliazione e servizi, oltre che con ruoli, funzioni e protagonismo.

    Secondo il sondaggio le italiane si sentirebbero ancora discriminate nel diritto di fare figli, nel riconoscimento delle proprie capacità, nella possibilità di fare carriera, nel salario, nell’ottenimento di un posto di lavoro e in quello di contratti stabili. Un sentimento che frena la crescita femminile.

    Anche di questo parleremo mercoledì 15 al Centro congressi Torino Incontra (via Nino Costa 8) durante il dibattito “Le quattro facce dell’imprenditoria femminile” organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.

Commenti chiusi