• L’impunità è finita, le denunce saranno sistematiche

    «L’impunità è finita, le denunce saranno sistematiche» – così con un appello pubblicato sul Journal du Dimanche diciassette ex ministre della Repubblica francese e la direttrice del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, si scagliano contro la cultura maschilista che sempre più sfocia nella molestia sessuale.

    Una donna su cinque nell’arco della propria vita professionale si sarebbe vista costretta ad affrontare una molestia sessuale. Commenti inappropriati e insistenti, pressioni psicologiche o vere e proprie aggressioni fisiche; sui mezzi pubblici, al lavoro, per strada o a scuola. Tutto questo a causa di uomini che non sanno portare rispetto per la persona che hanno davanti.

    La classica ultima goccia è stata l’adesione di Denis Baupin, ex vicepresidente ecologista dell’Assemblea Nazionale, a una campagna contro la violenza sulle donne. Un gesto che le diciassette ex ministre hanno considerato ipocrita e irrispettoso visto il trascorso fatto di apprezzamenti volgari e molestie dello stesso politico.

    Bene hanno fatto le colleghe francesi. In Italia abbiamo fatto notevoli passi avanti nel processo di conquista dei nostri diritti, oggi la rappresentanza sia nelle istituzioni che nelle posizioni apicali è in crescita, ma l’ambito professionale rimane un tasto dolente. Maternità, salari, congedi e prospettive di carriera non sono ancora pari tra uomo e donna. Troppo spesso siamo costrette a subire troppe attenzioni non richieste. È per questo che dobbiamo fare come le donne francesi: «L’impunità è finita, le denunce saranno sistematiche».

Commenti chiusi