• Legge elettorale, proposta bipartisan per la parità di genere nelle elezioni

    Mancano pochi mesi alla fine della legislatura, ma se c’è la volontà politica si può ancora approvare una legge che riconosca pari opportunità di essere eletti a uomini e donne. Per questo ho deciso di dare pieno sostegno alla proposta di modifica della legge elettorale presentata dalla consigliera Silvana Accossato e sostenuta da altre consigliere regionali in modo trasversale.

    L’ho detto anche stamattina a Palazzo Lascaris. Chiediamo a gran voce l’inserimento della doppia preferenza e dell’obbligo per l’elettore, in caso decida di usufruire di una seconda scelta, di indicare un uomo e una donna e non due uomini. Nella passata legislatura ero firmataria di una proposta di legge analoga. Come assessora ho inserito un articolo sulla democrazia paritaria nella legge regionale 5 del 2016, quella contro le discriminazioni, che poi avevamo dovuto stralciare per via della richiesta ricevuta di discuterne nella legge elettorale.

    Ora non si può più rimandare. Spesso i politici uomini affermano che si devono superare i tetti di cristallo, che si deve agevolare l’ingresso delle donne in politica. Ecco, mi auguro che adesso le azioni dei tanti esponenti di partito siano conseguenti alle parole. Sarebbe davvero un brutto segnale se questa proposta venisse affossata. E le elettrici, nell’eventualità, ne potrebbero prendere atto.

Commenti chiusi