• È online il nuovo portale della Regione Piemonte interamente dedicato ai Diritti

    portaleÈ online il nuovo portale della Regione Piemonte interamente dedicato ai Diritti. Un ambiente virtuale all’interno del quale il cittadino e la cittadina potranno trovare informazioni e servizi relativi alle politiche di Pari Opportunità, Immigrazione, Diritti civili, Politiche giovanili, Diritto allo studio universitario, Cooperazione decentrata internazionale e tutela dei Diritti dei Consumatori. Al suo interno è possibile trovare notizie, normative di riferimento, bandi, modulistica, pubblicazioni e i contatti delle relative direzioni.


    Il portale
    , raggiungibile dalla sezione “Aree tematiche” del sito www.regione.piemonte.it cliccando sul tasto Diritti, ha l’obiettivo di informare, offrire servizi ai cittadini e alle cittadine e mettere a sistema tutte le politiche che si occupano di diritti, pari opportunità, valorizzazione delle differenze. La diffusione sui social dei contenuti relativi alle politiche dei diritti sarà veicolata dall’hashtag #DirittiRegionePiemonte. La logica alla base della sistematizzazione del lavoro regionale è quella di rendere la nostra Regione avanguardia in questi ambiti, che sono anche fattori di sviluppo, immigrazione e diritto allo studio ne sono un esempio. La messa a sistema di queste politiche ha già visto l’approvazione di due leggi importanti sui diritti (la legge regionale 4 del 2016 di prevenzione e contrasto alla violenza di genere e la legge regionale 5 del 2016 per il contrasto a ogni forma di discriminazione) e l’avvio dell’elaborazione della nuova legge regionale sulla promozione della cittadinanza e della nuova legge regionale sulle politiche giovanili.

    Si tratta di una primissima finestra che l’assessorato ai Diritti della Regione Piemonte ha voluto aprire verso i piemontesi e le piemontesi. Il primo campo sul quale si è avviato un confronto con la cittadinanza è quello della Consultazione pubblica sulla bozza di Regolamento attuativo previsto dalla Legge regionale 23 marzo 2016, n. 5, “Norme di attuazione del divieto di ogni forma di discriminazione e della parità di trattamento nelle materie di competenza regionale”.

    Da un paio di settimane è online sul portale Diritti il materiale con il quale la Regione Piemonte chiede alle associazioni attive nel settore della lotta contro le discriminazioni di offrire il loro contributo per la stesura di un documento importante per la continuazione del lavoro avviato con l’approvazione della legge contro le discriminazioni. Tutto ciò è stato fatto in coerenza con lo spirito di condivisione e partecipazione adottato dall’assessora ai Diritti sin dal giorno del suo insediamento.

    Il censimento delle associazioni piemontesi che si occupano di immigrazione è un altro esempio di come il nuovo portale possa accorciare le distanze tra istituzioni e popolazione. Sul sito si può consultare anche il percorso che la Regione sta facendo per arrivare al “Forum regionale dei nuovi cittadini e delle nuove cittadine” durante il quale ci si confronterà per scrivere la nuova legge regionale sull’immigrazione.

    Promuovere le politiche di partecipazione e trasparenza significa anche dotare i cittadini e le cittadine di strumenti semplici da utilizzare e consultare. Quello che è stato presentato oggi è un punto di partenza che verrà arricchito di materiali e migliorato giorno dopo giorno.

Commenti chiusi