• Contro la violenza sulle donne 1.500.000 di euro. Dal 16 ottobre “I lunedì nei Centri antiviolenza”

    In arrivo nuove risorse a sostegno dei centri antiviolenza e delle case rifugio, quasi 1.500.000 di euro per il finanziamento delle strutture già esistenti e per l’apertura di nuove. Al via il 16 ottobre “Il lunedì nei Centri antiviolenza”, la serie di incontri sul territorio regionale attraverso i quali intendo visitare i centri della rete regionale di contrasto alla violenza di genere che sono sostenuti dalla legge 4 del 2016. Un tour su tutte le province del Piemonte organizzato in vista del 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Un modo anche per valorizzare il lavoro dei centri e confrontarsi con le operatrici addette all’accoglienza delle donne piemontesi.

    PER CONSULTARE I BANDI CLICCA SUL LINK: http://www.regione.piemonte.it/diritti/web/pariopportunita/162-bandi-per-l-attivita-e-la-creazione-di-centri-antiviolenza-e-case-rifugio

    Tre sono i bandi che regolamentano l’accesso ai finanziamenti. Il primo prevede risorse per 817.547 euro a sostegno dell’attività dei centri antiviolenza e delle case rifugio già esistenti. La rete attuale è costituita da 14 centri antiviolenza accreditati nell’albo regionale di cui 7 sono a Torino e provincia, i rimanenti sul resto della regione; le case rifugio accreditate all’albo regionale sono 9, di cui 5 a Torino e provincia. Particolare attenzione sarà destinata al sostegno delle attività degli sportelli e dei punti di ascolto collegati ai centri.

    Il secondo bando è destinato al finanziamento di nuovi centri antiviolenza e di posti letto in situazione di emergenza. Le risorse a disposizione saranno 308.445 euro. Stiamo guardando ai territori che hanno maggior bisogno di uno strumento di questo tipo perché non hanno una copertura adeguata. La nostra previsione è che i nuovi centri antiviolenza nascano nelle province di Cuneo, Alessandria e Novara che sono quelle che al momento presentano un rapporto tra numero di centri e popolazione femminile residente oltre i 14 anni più elevato rispetto alla media regionale.

    Il terzo bando prevede uno stanziamento di 335.352,52 euro e avrà l’obiettivo di sostenere il finanziamento di nuove case rifugio e l’eventuale attivazione di nuovi posti letto nelle case già esistenti. Anche in questo caso vorremmo potenziare i territori che hanno un maggior fabbisogno che sono le province di Novara, Asti e Vercelli.

    Inoltre nelle prossime settimane partirà un ulteriore bando regionale i cui destinatari potranno essere soggetti singoli o associati, pubblici o privati, che abbiano competenze per la gestione di percorsi di trattamento degli uomini autori di violenza.

    Dal 16 ottobre ogni lunedì mattina visiterò un centro antiviolenza. Il confronto è continuo anche all’interno del coordinamento permanente regionale istituito con la legge regionale 4 del 24 febbraio 2016 e che si è riunito già una volta ogni due mesi. L’obiettivo di questo tour è un passo ulteriore: rendere visibili sul territorio tutti i centri antiviolenza incontrando le loro operatrici, affrontando le criticità e valorizzando l’attività che quotidianamente viene svolta. Il tour de “I lunedì nei Centri antiviolenza” avrà inizio la mattina del 16 ottobre con la prima tappa presso la struttura del Comune di Torino in via Trana 3/A; la seconda tappa sarà sempre a Torino presso l’associazione Unione delle donne del terzo millennio in via Vanchiglia 6 e Telefono Rosa Piemonte in via Assietta 13/A.

Commenti chiusi