• Cambiare rotta. Il Piemonte sia attento ai diritti di tutte e tutti

    Cambiare rotta. Il Piemonte deve essere finalmente attento ai diritti di tutte e di tutti, quindi anche al mondo GLBT.

    Il conferimento del patrocinio della Regione al Torino Pride è un atto simbolico, ma che darà avvio a politiche di facoltà regionale in tema.

    La piattaforma del Pride è molto ambiziosa e sicuramente prevede interventi soprattutto a livello nazionale. Per quanto ci riguarda dovremo dotare il Piemonte di una legge contro le discriminazioni legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere. Un primo passo da condividere con il Consiglio regionale.

    Speriamo anche che dopo l’estate parta in Parlamento la discussione di una nuova legge per il riconoscimento delle unioni civili e noi vedremo come raccordarci rispetto al cammino nazionale.

Commenti chiusi