• Borgo Vercelli: costernazione davanti all’ennesimo atto di follia e violenza nei confronti di una donna

    Sono vicina a Fiorilena Ronco e alla sua famiglia, la donna che sta combattendo per rimanere in vita dopo essere stata aggredita dall’ex marito a Borgo Vercelli. La costernazione davanti all’ennesima feroce violenza perpetrata ai danni di una donna è tanta. Dobbiamo aumentare gli sforzi messi in campo per contrastare la violenza sulle donne.

    Quel che dobbiamo fare è aumentare la prevenzione nelle situazioni che si evidenziano a rischio: in questo caso il marito aveva già ricevuto una diffida a non avvicinarsi alla donna. Contemporaneamente dobbiamo consolidare il sistema messo in campo dalla legge regionale numero 4 del 2016 contro la violenza sulle donne. Proprio questo pomeriggio si è tenuta la riunione del Tavolo di coordinamento regionale dei centri antiviolenza e delle case rifugio durante il quale abbiamo discusso delle linee programmatiche per l’utilizzo dei fondi per gli anni 2017-2018 del piano nazionale d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere. Nel piano come nella nostra legge ė riservata particolare attenzione al lavoro culturale, da portare avanti nelle scuole innanzi tutto, che promuova l’educazione all’affettività, il rispetto fra i sessi e il superamento degli stereotipi, che ci propongono ancora il modello del padre padrone della famiglia, che non tollera di essere abbandonato.

Commenti chiusi