• Cota difende l’indifendibile Sacchetto

    Questa mattina in Consiglio regionale è stata discussa la mozione di sfiducia all’Assessore all’Agricoltura. Il Presidente Cota anche in questa volta ha perso un’occasione, cioè tenere un atteggiamento coerente alla realtà, invece che esaltare le doti di Sacchetto: se in passato lo aveva definito il miglior Assessore mai visto in Piemonte, oggi ha dichiarato che è “assolutamente competente”. Siamo davanti ad un evidente tentativo di mistificazione della realtà.
    Che l’operato di Sacchetto sia stato totalmente inadeguato è evidente a tutti: non dimentichiamoci l’audizione di qualche settimana addietro nella quale alcune associazioni di cacciatori proprio in Consiglio regionale avevano evidenziato gli errori di gestione dell’assessorato. Cota vuole mantenere il suo peggior Assessore in Giunta per una scelta politica, non di certo perché ne abbia le competenze.
    La questione caccia in Piemonte deve essere presa in esame con serietà, cosa che fino ad oggi non è avvenuta. Ribadiamo la convinzione che ci si debba mettere al lavoro al più presto per scrivere una legge che possa sostituire quella abrogata prima della pausa estiva: la nostra regione non può sopportare un vuoto legislativo che oltre a creare un danno ambientale arreca un danno evidente all’Istituzione.

Commenti chiusi